Area

    L’architettura dell’essere Rivista Internazionale di Architettura e Arti del Progetto

    Area è una rivista internazionale di architettura e cultura del progetto. È pubblicata in versione bilingue, italiano e inglese. Ciascuno dei sei numeri (più uno) annuali affronta un tema di interesse architettonico che fa da fil-rouge nella selezione delle opere internazionali e italiane che vengono presentate e approfondite sin nel dettaglio progettuale. Il tema viene scelto di volta in volta cogliendo le suggestioni e i trend mondiali. Il primo numero dell’anno è tradizionalmente dedicato ad una città. Nel mese di aprile viene pubblicato il numero speciale “+”, dedicato al design e distribuito in occasione del Salone del Mobile di Milano. Se il tema monografico cambia in ogni numero, la sezione DESIGN FOCUS è presente su tutte le uscite e propone l’analisi e la recensione di materiali, finiture e complementi d’arredo. È presente su tutte le uscite anche la sezione BAGNODESIGN, nella quale vengono presentate soluzioni architettoniche e prodotti di alta gamma. IN SINTESI: AREA esprime l’architettura dell’essere, la dimensione del sogno, le tendenze future e internazionali ed è il luogo dove trovare ispirazione.

    Argomenti

    CUBA Come ogni anno Area dedica un numero monografico alla presentazione di una città, approfondendone la genesi e l’evoluzione urbana, le problematiche connesse al suo sviluppo e lo scenario architettonico contemporaneo. Questi numeri sono molto apprezzati dagli architetti e dai cultori della materia interessati alla scoperta di itinerari di viaggio non convenzionali, incentrati sul panorama architettonico attuale. Cuba rappresenta un caso emblematico di grande interesse per la sua storia, le stratificazioni urbane, sociali e culturali che hanno contribuito a delineare la sua attuale identità. Una storia che si snoda nell’arco di cinque secoli, sin dai primi insediamenti o villas, ad opera dei colonizzatori europei, fino ai giorni nostri. Una delle villas è proprio L’Havana, che assunse un ruolo fondamentale di connessione tra il Vecchio e il Nuovo Mondo. Molti gli architetti che soprattutto a L’Havana hanno progettato secondo i modelli architettonici europei, molte le influenze che hanno reso la città una commistione di stili architettonici diversi. Nel numero vengono presentati i più significativi progetti costruiti negli ultimi anni, rappresentativi di una nuova architettura cubana e di un crescente sviluppo in ambito artistico e culturale. Nel numero saranno presenti i contributi di importanti studiosi della città dal punto di vista storico, urbanistico, architettonico e sociale. MICROARCHITETTURE Il numero di marzo/aprile è dedicato alle microarchitetture: progetti di piccola scala, dalle spazialità essenziali. La microscala è una tematica molto contemporanea, che ben risponde alle esigenze della città ad alta densità abitativa, come le metropoli asiatiche sovrappopolate, dove gli spazi domestici sono spesso piccoli microframmenti che si insinuano nei vuoti urbani, negli spazi residuali e interstiziali, nei junkspaces. La microarchitettura risponde anche alle necessità della città contemporanea concepita per interventi diffusi sul territorio, contro la logica della zonizzazione e della città monocentrica, un modello urbano obsoleto e fallimentare costituito per macrostrutture monofunzionali. ARCHITETTURA DELLA LUCE In occasione del Salone del Mobile, Area propone un numero speciale incentrato sul mondo del design, prediligendo ogni anno una tematica specifica. Il numero 151+ sceglie di presentare architetture disegnate e scolpite dalla luce, spazi la cui essenza viene caratterizzata da soluzioni illuminotecniche innovative. La selezione di progetti presentati si focalizza sia sullo spazio complessivo, sia sul singolo prodotto di design come complemento di arredo, illuminazione pubblica, arredo urbano e soluzione illuminotecnica innovativa maggiormente rilevante nel panorama contemporaneo nazionale ed internazionale. LANDSCAPE Il numero di maggio/giugno presenta architetture connotate da una stretta relazione con il paesaggio e l’ambiente circostante; un paesaggio concepito non come ornamento ma come parte integrante del progetto. Al tempo stesso, architetture che approfittano del paesaggio per insediarsi al suo interno senza imporsi con la loro presenza, adattandosi al suo intorno. Paesaggio è un numero che spazia da progetti connotati dall’uso progettuale del verde, architetture di paesaggio, progetti per lo spazio pubblico, parchi urbani, architetture verdi all’interno della città, utilizzo del verde e del paesaggio in ogni sua declinazione, dalla microscala alla scala territoriale. UNCONVENTIONAL HOUSING Questo numero di Area propone un focus sugli edifici speciali all’interno della città. Architetture che rispondano contemporaneamente a tipologie di utenza diversificata, dal programma articolato secondo più di una necessità. Tra queste tipologie troviamo studentati, edifici ricettivi, residenze per anziani, edifici culturali i quali siano concepiti secondo il concetto di cross-programming, interessanti ibridazioni all’interno dello stesso spazio. Progetti non incasellabili dentro una tipologia predefinita, che si adattano allo stile di vita contemporaneo per cui un edificio non può quasi più assolvere un solo compito, ma si deve trasformare in un organismo eterogeneo. ACOUSTIC TEMPLES Acoustic Temples è un numero interamente dedicato all’architettura contemporanea per la musica: auditorium, concert hall, opera house. Questa tipologia di spazio architettonico si può assimilare, per forma e significato, allo spazio del tempio poiché concepita per l’ascolto e il raccoglimento ed è spesso caratterizzata da ampi spazi interni e articolati volumi plasmati in funzione della migliore resa acustica e fruibilità del suono. Alcuni progetti recentemente costruiti quali Heydar Aliyev Center a Baku di Zaha Hadid, la Philarmonie de Paris di Jean Nouvel o the Harbin Opera House in Cina di MAD Architects dimostrano come la progettazione di spazi dedicati alla musica sia una tematica di grande interesse per gli architetti contemporanei e in continua sperimentazione in funzione delle sempre più innovative tecnologie in ambito musicale. FIVE SENSES Come ogni anno Area dedica un numero ad una monografia su di un architetto o uno studio che, attraverso il proprio lavoro e la propria opera, costituisce un caso emblematico rispetto alla disciplina del progetto non limitatamente all’ambito architettonico, ma più in generale esteso al mondo dell’arte e dell’arte del costruire. Per il numero conclusivo dell‘anno 2017 la monografia sarà dedicata a ……. Il numero costituirà un approfondimento tematico che, contrariamente ad una normale monografia, sarà ricco di saggi, interviste, approfondimenti sui lavori realizzati ed ancora in corso di elaborazione.

    Lettori

    • Architetti/progettisti
    • Interior designer
    • Aziende
    • Docenti/studenti universitari